I Pinguini di Boulders Beach

Quando si pensa alla fauna del Sudafrica, il pensiero corre veloce ai grandi mammiferi delle savane, leoni, elefanti, rinoceronti e chi più ne ha più ne metta. Ma lontano dalle piste del safari si possono fare anche altri e altrettanto memorabili incontri. Boulders Beach è una spiaggia nei pressi di  Simon’s Town, sulla costa orientale della Penisola del Capo, lungo la strada che porta al Capo di Buona Speranza. Proprio qui una colonia di pinguini africani, seguendo le gelide correnti antartiche, ha trovato nei primi anni ottanta un ideale approdo attirata dalla pescosità delle acque oceaniche e dalla naturale protezione offerta dai grossi macigni granitici (boulder = masso, roccia) che troneggiano sull’arenile. Da allora vi si è insediata stabilmente attirando ogni anno migliaia di visitatori curiosi di vedere da vicino questi uccelli così buffi e singolarmente belli. Poterli osservare “a casa loro” in questo magnifico scenario è una sensazione unica, e ripaga abbondantemente delle sferzate di vento ghiacciato d’agosto (qui è inverno!) sulla faccia. 

Li vediamo emergere dalle acque chiare della False Bay e procedere ciondolando sulle zampette palmate, oppure accovacciati sull’arenile o sulle rocce emergenti, oppure ancora intenti a raggiungere i propri nidi tra i cespugli poco distanti. Nello spazio compreso tra la spiaggia e la macchia circostante la colonia pratica i propri rituali sociali del tutto incurante della presenza umana. Sorprendentemente pare che anche al momento del primo insediamento il lido sabbioso fosse già frequentato da esseri umani, fatto questo decisamente inusuale. 

Purtroppo negli ultimi anni il numero di pinguini della colonia si è ridotto drasticamente a causa, manco a dirlo, della presenza dell’uomo. Sia perché costretta in uno spazio sempre più limitato dall’edificazione selvaggia attorno al sito, sia per l’eccessivo sfruttamento delle acque della False Bay con conseguente impoverimento delle fonti di cibo. 

Logistica & Accessibilità

Simon’s Town si trova lungo la strada costiera M4 che collega Città del Capo con Buona Speranza. Una volta raggiunta la cittadina con l’auto, bisogna svoltare in Seaforth Road direzione mare fino a raggiungere un’ampia area parcheggio. Da qui, percorrendo la Kleintuin Rd, si arriva al Visitor Center (biglietto giornaliero di circa 9-10 € a persona), e si accede ad una passerella in legno che si snoda tra i cespugli e poi sopra le dune fino al punto di osservazione sulla cala di Foxy Beach. La Boulders Beach è la spiaggia confinante ma da qui si ha il migliore punto di osservazione.  Non ci sono barriere architettoniche lungo il percorso, giusto qualche tratto con pendenza un po’ impegnativa. Prima di arrivare in spiaggia le rampe costeggiano la bassa vegetazione dove i pinguini fanno i loro nidi, quindi li vedrete davvero a pochi centimetri. Vietatissimo toccarli, sia per non disturbare la vita della colonia sia perché possono diventare aggressivi e dare delle dolorose beccate.

Agosto 2015, Boulders Beach, Sudafrica

Newsletter Updates

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter

Leave a Reply